campionario

Patrimonio per aziende della moda: gli archivi di campionario

Gli archivi di campionario: patrimonio per le aziende della moda e del fashion

 

Gli archivi di campionario, di figurini e disegni tecnici non sono un fardello ma un patrimonio per le aziende della moda.

Dal 2012 sono ideatrice, insieme alla coordinatrice prof.ssa Daniela Calanca (Università di Bologna, Campus di Rimini), e responsabile operativa del Progetto Patrimonio culturale in Romagna: archivi storici per il fashion e la moda tra Ottocento e Novecento.

Nell’ambito di questo progetto è maturata la mia esperienza di riordino, digitalizzazione e catalogazione dell’archivio di campionario dell’azienda PuntoArt s.r.l. che ha indotto la mia società a riproporla ad altre aziende del settore, per aiutarle a risolvere una serie di problematiche gestionali grazie a queste attività di:

– inventariazione di campioni, che non sempre potrebbero riportare i corretti codici identificativi, con la creazione del relativo database.

– riordino dei books e/o loro copie, che portati in fiera o dai clienti, possono essere soggetti a smembramenti e perdite.

– redazione di un’apposita scheda prodotto contenente tutti i dati utili all’identificazione dei campioni, collegamenti a foto dei capi e dei figurini e/o disegni tecnici, con relativi database.

– riordino fisico dei campioni e books nello showroom, per un performante utilizzo in presenza di clienti ed una migliore organizzazione del magazzino.

– creazione di un catalogo digitale con vari livelli di accessibilità, fino alla pubblicazione sul sito web aziendale.

 

Le aziende che già dispongono di un archivio di campionario

Possono però averlo ordinato e disponibile alla ricerca solo da pochi anni, solo dalla sua informatizzazione, ed avere necessità d’inserire materiale “vecchio” da valorizzare commercialmente, oppure avere necessità di inventariare magazzini di campioni o materie prime, senza dover far perdere tempo prezioso al loro personale, normalmente impegnato in altre mansioni.

 

Le aziende storiche, ovvero che hanno più di 50 anni

Qualora siano anche perfettamente organizzate da tutti questi punti di vista, potrebbero avere materiale fotografico e documentale “dimenticato”, utile a caratterizzarle in un mondo globale come quello moderno, e da utilizzare ad esempio nel loro sito web, per ricostruire la storia della loro attività, oppure avere la necessità di un moderno sito ecommerce con schede prodotto adeguate agli standard Digital marketing.

   

Le piccole o piccolissime realtà, anche di giovani che si affacciano sul mercato

Occupate in mille nuove attività, possono avere la necessità d’impostare archivi, inventari e database dei loro campioni o disegni tecnici/figurini, e per loro potrebbero anche essere utili momenti di formazione, su queste tematiche, spesso considerate marginali, ma che invece investono direttamente la corretta gestione aziendale.

 

 

 

 

Nessun commento

Scrivi un commento