Padiglione Italia a Mosca marzo 2017- MIT

I viaggiatori a lingua russa: perchè gli hotelier in Italia li devono targettizzare?

 

Viaggiatori a lingua russa: un mercato proficuo se siete supportati da una struttura che vi sappia aiutare

 

La scomparsa dalle rotte turistiche dei paesi a lingua russa di mete quali Egitto e Turchia ha causato confusione nella mente dei viaggiatori a lingua russa. Ma, esistono altri paesi nel mondo e molti di loro sono interessati a ricevere questa tipologia di viaggiatori. Sconti attraenti, nuove vie, rimane solo da scegliere.

Tutta l’Europa dà il benvenuto all’incremento dei viaggiatori a lingua russa per la prossima stagione 2017 e l’offerta turistica sta diventando più flessibile per questo importante segmento di mercato.

L’Italia, uno dei paesi più affascinanti in Europa, si sta preparando alla stagione 2017, e molti hotel apriranno le porte al grande mondo dei viaggiatori a lingua russa. L’Italia è meta ambita grazie al fatto che gli italiani sono un popolo molto accogliente e gioviale e che la loro attitudine verso i viaggiatori a lingua russa non è cambiata nonostante gli eventi politici del recente passato.

I viaggiatori a lingua russa amano Roma, Venezia e Firenze, ma sono alla ricerca anche di altre mete per scoprire qualcosa di più di quello che considerano uno dei paesi più belli ed affascianti al mondo.

I viaggiatori a lingua russa non sono solo russi, ma comprendono i paesi componenti il CIS che include 12 nazioni e ben 200 milioni di persone. Tali viaggiatori sono ben amati in tutta Europa forse anche grazie alla loro propensione di spesa per il viaggio, che è sensibilmente più alta di quella di molti paesi dell’area UE.

Il turista a lingua russa infatti considera la vacanza come momento di libertà e svago, in cui potrà “spendere liberamente senza pensarci troppo su”.

I viaggiatori a lingua russa amano l’Europa e l’Italia in particolare per la sua cultura, clima, cibo e per i suoi vini. Essi amano il mare, i paesaggi e la storia, per cui in Italia non avranno di che annoiarsi ed è proprio per tale motivo che gli hotelier devono fare del loro meglio per targettizzare tale mercato.

 

Ma come vedono l’Italia i viaggiatori a lingua russa?

 

Fiera a Mosca Mit 2017

 

Ogni volta che un viaggiatore a lingua russa scopre un paese nuovo, ne cerca di assaporare tutte le sue qualità ed essenze.

I viaggiatori a lingua russa vedono nell’Italia un paese con ottimo clima e rimangono affascinati dalla sua storia, dai suoi paesaggi e dallo stile di vita degli italiani.

L’Italia è per loro una meta che li porta a fuggire dalla noia e dalla routine di una vita lavorativa sempre più opprimente. L’Italia è una meta perfetta per pensare che finalmente, dopo un anno di duro lavoro, potranno rilassarsi e godere di tutto quello che il “bel paese” può offrire loro. Essi sognano di immergersi letteralmente nella cultura italiana per meglio comprendere il popolo italiano, i suoi usi, fra i quali non può mancare la cucina: i viaggiatori a lingua russa amano la cucina italiana per la sua varietà, i suoi sapori e le deliziose ricette.

La ricerca di immergersi nella cultura del paese che li ospita  fa sì che i viaggiatori a lingua russa siano interessati ad interagire con la realtà italiana, per cui si aspettano di partecipare ad eventi, nei quali essere coinvolti per diventarne i principali protagonisti.

E’ proprio grazie alla varietà della destinazione Italia, che gli hotelier devono puntare, creando “situazioni” in cui i viaggiatori a lingua russa possano essere protagonisti. Si possono fare tantissime cose ad esempio dall’organizzare una visita al Museo Ferrari Maranello (con magari incluso giro di pista) alla pesca d’altura, dalla sgambata in bicicletta, alla scuola di cucina ecc.

 

 Concludendo come affrontare tale mercato?

 

Una cosa degna di nota è il fatto che vi sono molte rotte aeree di vettori russi, con prezzi particolarmente convenienti ed attrattivi che avvicinano l’Italia a questi paesi target: anche le compagnie tradizionali, seppur meno convenienti (fra queste Alitalia), hanno rotte dirette.

Dovete anche sapere che grazie al visto pluriennale ed ai Social Media i viaggiatori a lingua russa che viaggiano autonomamente sono in grossa crescita, essi amano trovare le mete dove poter finalmente rilassarsi e seguire i propri “desiderata”.

E’ proprio per questo motivo che, grazie alla nostra profonda conoscenza di tale mercato, non è più necessario passare attraverso i Tour Operator che arrivano in Italia alla ricerca di prezzi stracciati, ma è possibile targettizzare i singoli viaggiatori ottimizzando il proprio investimento comunicativo.

Tante strutture in Europa sono già pronte ad accogliere tali viaggiatori, la tua lo è?

Noi sappiamo come aiutarti e sappiamo come farti evitare i soliti Tour Operator che vogliono le tue camere per pochi euro e che poi le rivendono a prezzo pieno: non ti piacerebbe avere l’opportunità di entrare direttamente in quel mercato tenendoti una giusta marginalità?

Noi siamo in grado di essere il tuo punto di riferimento nei paesi CIS e grazie alla partnership con YourBoost potrai usufruire dei nostri servizi senza paura di non sapere come approcciare 200 milioni di potenziali vacanzieri a lingua russa. Eravamo al Mitt di Mosca, fra il 14 ed il 16 marzo ed i nostri clienti hanno beneficiato delle nuove relazioni intessute.

Lo vuoi fare anche tu? Non esitare a contattarci!

Grazie per averci letto

Anna Popko

Travel Image Inc.

 

 

Nessun commento

Scrivi un commento