Fino ad ora abbiamo visto quali sono le condizioni e quali le buone pratiche per avere successo in una strategia di Leadership di pensiero. Ora andremo analizzare perché essa non sta funzionando nel tuo caso. Devi sapere che prima di partire per una strategia devi mettere in conto che essa potrebbe non funzionare; solo così sarai pronto a reagire per fare si che un’apparente sconfitta si tramuti in una brillante vittoria.

 

Analizza i risultati dei tuoi contenuti

Sembra banale ma ti posso assicurare che tante aziende non lo fanno. Sono talmente concentrate nel creare nuovi contenuti che non si occupano ne della loro distribuzione ne dell’analisi dei loro risultati. Niente di più sbagliato. E’ proprio dall’analisi di quello che funziona e quello che non funziona che parte la crescita del tuo audience e di conseguenza la crescita della tua autorevolezza.

Del resto sei una media company, ricordi? E come tutti i media, devi trovare la serie che ti porta i migliori risultati.

Dei contenuti che non performano, cosa ne devi fare? Analizzali, cerca di capire perchè non sono stati letti, hai seguito la stessa prassi distributiva di quelli che sono stati letti? Ricorda che le analisi vanno fattte a pari condizioni.

Sulla base dei risultati della ricerca promossa da Grist il modo migliore per alienare un pubblico prescelto è produrre contenuti:

  • generici (banali)
  • non originali (già noti)
  • scritti dal punto di vista del fornitore piuttosto che dal punto di vista del cliente

Ricorda, se vuoi fare una strategia da thought leader i contenuti che produci devono coinvolgere il tuo pubblico per cui essi devono essere innovativi, stimolanti, utili ed educativi.

 

Le tre tipologie di contenuti che funzionano

Il sondaggio precedentemente menzionato ha chiesto agli intervistati (oltre 200 executive managers di aziende di varie dimensioni) quali qualità sono considerate preziose in un contenuto consumato su web nella leadership del pensiero.

Le prime tre risposte?

  • Nuova teoria o pensiero: esplorare problemi o sfide da nuove e diverse prospettive (46%)
  • Anticipazioni: analisi di tendenze importanti o emergenti (32%)
  • Casi studio: contenente dati affidabili (29%)

La richiesta è chiara, i contenuti devono essere originali e specifici.

 

Le tre tipologie di contenuti che non funzionano

Oltre a quanto asserito sopra, ci sono altre tre motivazioni che ti invalidano la tua strategia di leader di pensiero.

Essi sono:

  • Troppo concettuale
  • Opinioni in evidenza non comprovate da fatti o casi
  • Difficile e/o noioso da leggere

Tratta tutte e sei le risposte (le tre sopra più queste ultime), come una lista di controllo. Ogni tuo contenuto deve essere sottoposto a tale esame prima di essere pubblicato.

 

Come creare una strategia da leadership di pensiero che funzioni

Per creare una buona strategia di Leadership di pensiero il primo passo è identificare l’argomento che è strettamente associato al tuo marchio o settore.
Sei un’autorità su questo argomento? Una semplice ricerca su Google può aiutarti a rispondere a questa domanda.

Spesso scopriamo che i marchi non competono solo con i loro concorrenti diretti. Stai competendo con tutti ovvero con chiunque pubblica contenuti nel tuo spazio è in competizione con te e con la tua autorevolezza.

È inoltre necessario identificare le domande poste dai clienti.
Identifica tutte le domande, raggruppale trovando le somiglianze e assegna agli argomenti così trovati delle priorità.
Ora è sufficiente trovare all’interno della tua azienda gli esperti che possono rispondere alle domande.
Se loro non vogliono/posso creare contenuti ecco che li potresti semplicemente intervistare, qualcun’altro produrrà il contenuto in conformità alla lina editoriale aziendale.

Rispondi a queste domande su più formati e canali multipli in modo da aggiungere valore al tuo pubblico. Inizia con il più importante e scendi l’elenco.
Cerca di essere la migliore risposta a queste domande, solo così Google ti sceglierà.

Ricordati infine che devi creare i contenuti della tua leadership di pensiero in modo coinvolgente.
Devi educare il tuo audience, ma ricordati che siamo tutti umani per cui usa anche un po’ di umorismo.
Usa molti esempi, fatti e citazioni. Un contenuto importante potrebbe essere l’intervista ad un tuo cliente.
Fatti dare il suo parere “spassionato” e aggiungi la tua prospettiva. Il tuo pubblico è in cerca di aiuto. Sei disposto a darglielo?

E tu cosa ne pensi? Cosa significa per te Leadership del pensiero?

 

VORRESTI STRUTTURARE UNA STRATEGIA DI LEADESHIP DI PENSIERO PER LA TUA AZIENDA
MA NON SAI DA DOVE PARTIRE ?

Contattaci Subito
TI AIUTEREMO A DIVENETARE LEADER DI PENSIERO