Thought leader

Perchè fare una strategia da thought leader?

 

Perchè fare una strategia da thought leader può rendere il mio business più interessante per i miei clienti?

 

Questa è una domanda che molte aziende si pongono nel momento in cui devono incominciare a pianificare la loro entrata su web in modo attivo e quindi preparare strategia e di conseguenza un piano editoriale.

Facciamo una premessa: cosa significa realmente, essere thought leader?

Nella lingua italiana il concetto thought leader può essere tradotto o come leadership di pensiero o comunque come leadership di opinione. Ma la semplice traduzione non ci aiuta più di tanto e rimane il mistero del significato di questo concetto che anche per i madre lingua non ha una chiara ed unica definizione.

Possiamo però raggiungere il nostro scopo se contestualizziamo la parola thought leader al web ed in particolare al content marketing, ecco allora che possiamo affermare che “Essere opinion leader è una speciale forma di content marketing”.

 

Strategia

 

La strategia che ci sta dietro è quindi quella di creare quei contenuti che mettono in risalto la vostra organizzazione creando valore misurabile per la stessa.

Tale strategia,  che ci piace legare a quella dell’Inbound Marketing (vi ricordo che una delle Best Practicies è proprio quella di realizzare contenuti rilevanti) permette di creare una relazione molto forte con il lead (il prospect o contatto) in modo tale che la vostra credibilità accresca la fiducia del lead verso di voi.

Tale fiducia varrà oro nel momento in cui il lead, fino ad allora opportunamente nutrito, sarà pronto a comprare e statene certi, se avete fatto un buon lavoro, lo farà da voi.

 

Ma torniamo alla nostra strategia di thought leadership come attuarla?

 

Sono tre i livelli che ci possono portare ai livelli di opinion leader ovvero:

1 – Settore: dare il proprio punto di vista sulle news, trend e sul futuro

2 – Prodotto: come fare, le migliori pratiche, strategie

3 – Organizzativo: cultura aziendale, sviluppo dello staff, ecc

 

Creando contenuti rilevanti nelle tre aree di cui sopra, non solo creerete uno status di autorità per la vostra azienda ma otterrete rispettabilità e fiducia dai lead.

Perchè è importante ottenere fiducia dai vostri contatti?

Vi faccio rispondere da Jeff Ernst, uno dei principali analisti al Forrester Research

“Business buyers don’t buy your product or service, they buy your perspective and approach to solving their problems.”

In poche parole: i vostri buyer non comprano un prodotto od un servizio ma la vostra visione ed il modo di approcciare e di risolvere i loro problemi.

E’ qui la chiave di tutto, la soluzione dei problemi del cliente,  è solo soddisfacendo i suoi bisogni che potrete conquistarlo ed instaurare con lui un proficua e duratura collaborazione.

 

Costo o Opportunità?

 

Vi starete dicendo, si ma quanto costa tutto questo?  Premesso che non si tratta di semplici costi ma di investimenti, qui non compriamo una pagina pubblicitaria su di un giornale od uno spot televisivo, qui stiamo realizzando un piano editoriale con la finalità di accrescere il nostro valore aziendale attraverso la brand reputation e awearness con conseguenze sia sull’attuale portfolio aziendale sia sul lead bulding che viene generato.

Un immobilizzazione,  la pubblicità su web?

Non si tratta di operazioni pubblicitarie ma di attività di marketing miranti a creare un mercato nuovo, un mercato in cui non eravate mai stati, mai affrontato, mai pensato. Ecco allora che l’attivo del vostro stato patrimoniale incomincerà ad avere le sembianze di un’azienda che opera floridamente sul mercato come si dovrebbe fare oggigiorno. Un attivo che la vostra banca, abituata a garantirsi con immobili che nessuno vuole più, non sarà in grado di valutare ma che per la vostra azienda sarà vitale perchè da qui al 2020 l’utilizzo di internet vedrà una crescita nel traffico dati pari a 3 volte quella attuale ed in cui, solo in Italia, ben 42 mln di persone  (il 71% della popolazione che vive, lavora e consuma) sarà connessa alla rete e tutto fa presupporre che le attuali 2 ore di navigazione giornaliera su smartphon saranno molte di più.

Se tale mercato non ti interessa, stanne pure fuori. C’è sicuramente qualcuno che prenderà il tuo posto!

 

 

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

CONDIVIDILO CON CHI PENSI POSSA ESSERE INTERESSATO

SE NE VUOI SAPERE DI PIÙ CONTATTACI

TI AIUTEREMO AD OTTENERE IL MEGLIO DAL MONDO DIGITALE

 

 

5 Commenti
  • Luigi Cian
    Postato alle 23:42h, 03 Novembre Rispondi

    Grazie bel articolo

    • Cristina Ravara
      Postato alle 19:18h, 13 Novembre Rispondi

      Grazie a te Luigi,
      continua a seguirci per ulteriori novità.
      Saluti

    • Massimiliano Montebelli
      Postato alle 12:34h, 06 Gennaio Rispondi

      Grazie a te Luigi,
      lo trovi applicabile nel settore turismo?

  • Roberto Salvatori
    Postato alle 14:26h, 03 Gennaio Rispondi

    Massimiliano, ho riletto ora il tuo articolo, devo dire che è molto interessante oltre ad essere di lettura scorrevole.
    Ti lascio il riferimento del mio nuovo sito dedicato esclusivamente ai ritratti. Appena appena finito : http://www.robertosalvatori.com/ritratti/

    • Massimiliano Montebelli
      Postato alle 12:27h, 06 Gennaio Rispondi

      Grazie Roberto,
      mi fa piacere ti sia interessato.
      Oramai il marketing va considerato in tale modo, la thought leadership è un passo importante verso l’Inbound Marketing, il Marketing che Amiamo perchè informativo/formativo e non iterruttivo. Mi piacerebbe avere da te, e dagli altri lettori, un parere anche su questo!

Scrivi un commento