Coaching e consulenza direzionale di

finanza e controllo

 

 

 

coaching, consulenza direzionaleLa nostra società di consulenza si chiama YourBoost perché vuole, anche nel nome esemplificare, che il protagonista è il cliente (Your = il tuo, ovvero del cliente), mentre noi ci mettiamo a disposizione come acceleratore (Boost). Ci si propone in affiancamento al cliente con un programma di accelerazione e crescita che verterà su due elementi fondamentali: la buona gestione aziendale e lo sfruttamento del canale internet per rafforzare il proprio marchio e accrescere le vendite.

Questa tipologia di approccio nasce in particolare dalla nostra personale esperienza e considerazione che l’azienda va vista come un tutt’uno: attualmente sul mercato i consulenti sono abituati ad approcciare l’interlocutore solamente in maniera settoriale ad es. o propongono controllo di gestione o propongono il marketing. Riteniamo invece necessario che una azienda abbia una visione olistica dei vari aspetti che la costituiscono, per ottenere il massimo risultato dagli sforzi messi in campo.

La nostra visione è che non si può fare controllo senza pensare alla crescita (Marketing) e che non si possa pensare solo a vendere, non avendo basi solide (Controllo di Gestione). Il nuovo modo di fare Marketing contempla una forte componente analitica, ma attualmente non è ancora presente sul mercato un’adeguata offerta integrata.

A titolo esemplificativo una delle aree più delicate, e molto spesso sottovalutate, su cui normalmente le aziende di produzione necessitano di intervento è quella relativa al magazzino.

 Molto spesso accade che esso sia pieno di prodotti poco movimentati (slow moving) o addirittura fermi in giacenza da anni (no moving).

L’imprenditore spesso non sa che essi comportano un doppio costo per la sua azienda:

  • Il primo è diretto, consistente nel valore intrinseco delle attrezzature di cui parliamo (materiali da distinta base, manodopera in base al ciclo produttivo, più spese dirette ed indirette di produzione)
  • Il secondo, indiretto, dovuto ad immobilizzo finanziario e ad un costo logistico di gestione determinato da: affitti, handling e utenze varie.

 

Un obiettivo che ci proponiamo di raggiungere è quello di sfruttare le moderne tecnologie per “ridare vita ovvero valore economico” a questi articoli creando, appositamente per loro, una “vetrina centralizzata” utilizzabile per un e-commerce B2B o B2C.

 

magazzinoGli obsoleti, come è ben noto, non riescono mai ad arrivare al canale distributivo perché gli agenti di commercio/venditori, sono abitudinari e quindi spingono sempre i prodotti nuovi o comunque quelli di cui conoscono meglio caratteristiche e specifiche tecniche, notoriamente quelli che hanno sempre venduto o quelli per i quali sono stati appena formati. Gli agenti/venditori non sono quindi incentivati a smaltire le rimanenze di magazzino che comportano per loro maggiori problematiche come la difficoltà tecnica di recuperare velocemente le informazioni sui prodotti in questione.

Una corretta schedatura dei prodotti e la realizzazione di un database sempre aggiornato sono il primo passo per la valorizzazione delle potenzialità del magazzino e per la realizzazione dell’e-commerce.

 

La nostra proposta è quella di mettere a disposizione dei Vostri clienti un “negozio virtuale” (e-commerce) che contenga tutti i prodotti finiti “obsoleti” in modo tale che da “peso” tali articoli diventino fonte di profitto.